PR Sicilia

FESR

Autorità di Gestione: Dipartimento della Programmazione

FSE+

Autorità di Gestione: Direzione programmazione integrata risorse comunitarie e nazionali

Distribuzione PR

 

* Risorse PR

%

Obiettivi strategici, Obiettivi specifici e Settori d’intervento 

FESR:

5.858.950.301 €

100%

FSE+:

1.515.590.676

100%

 * Risorse totali (contributo dell’UE + contributo nazionale). L’allocazione per obiettivo specifico e settore d’intervento è indicativa (riprende proporzionalmente l’allocazione data dal POR sul contributo dell’UE). Sono possibili piccole discrepanze dovute ad arrotondamenti.

Dettaglio risorse FESR

1.

949.853.023 €

16%

Un’Europa più competitiva e intelligente

1.i.

296.829.070 €

5%

Sviluppare e rafforzare le capacità di ricerca e di innovazione e l’introduzione di tecnologie avanzate

002

75.167.416 €

1%

Investimenti in capitale fisso, comprese le infrastrutture per la ricerca, in piccole e medie imprese (compresi i centri di ricerca privati) direttamente connessi alle attività di ricerca e innovazione

004

37.583.709 €

1%

Investimenti in capitale fisso, comprese le infrastrutture per la ricerca, in centri di ricerca pubblici e nell’istruzione superiore pubblica direttamente connessi alle attività di ricerca e innovazione

006

12.527.903 €

0%

Investimenti in beni immateriali in PMI (compresi i centri di ricerca privati) direttamente connessi alle attività di ricerca e innovazione

010

91.983.829 €

2%

Attività di ricerca e innovazione in PMI, comprese le attività in rete

011

10.220.426 €

0%

Attività di ricerca e innovazione in grandi imprese, comprese le attività in rete

024

21.428.571 €

0%

Servizi avanzati di sostegno alle PMI e a gruppi di PMI (compresi i servizi di gestione, marketing e progettazione)

025

17.857.143 €

0%

Incubazione, sostegno a spin off, spin out e start-up

030

30.060.074 €

1%

Processi di ricerca e innovazione, trasferimento di tecnologie e cooperazione tra imprese, incentrati sull’economia circolare

1.ii.

161.135.781 €

3%

Permettere ai cittadini, alle imprese, alle organizzazioni di ricerca e alle autorità pubbliche di cogliere i vantaggi della digitalizzazione

013

12.857.143 €

0%

Digitalizzazione delle PMI (compreso il commercio elettronico, l’e-business e i processi aziendali in rete, i poli di innovazione digitale, i laboratori viventi, gli imprenditori del web, le start-up nel settore delle TIC e il B2B)

016

94.571.429 €

2%

Soluzioni TIC, servizi elettronici, applicazioni per l’amministrazione

019

19.428.571 €

0%

Applicazioni e servizi di sanità elettronica (compresi e-Care, Internet delle cose per l’attività fisica, domotica per categorie deboli)

026

5.142.857 €

0%

Sostegno ai poli di innovazione, anche tra imprese, organismi di ricerca e autorità pubbliche e reti di imprese a beneficio principalmente delle PMI

036

19.428.571 €

0%

TIC: altre tipologie di infrastrutture TIC (compresi risorse/impianti informatici di grandi dimensioni, centri di dati, sensori e altra strumentazione wireless)

170

9.707.210 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

1.iii.

463.618.737 €

8%

Rafforzare la crescita sostenibile e la competitività delle PMI e la creazione di posti di lavoro nelle PMI, anche grazie agli investimenti produttivi

021

239.333.023 €

4%

Sviluppo dell’attività delle PMI e internazionalizzazione, compresi gli investimenti produttivi

024

30.000.000 €

1%

Servizi avanzati di sostegno alle PMI e a gruppi di PMI (compresi i servizi di gestione, marketing e progettazione)

025

71.428.571 €

1%

Incubazione, sostegno a spin off, spin out e start-up

069

42.857.143 €

1%

Gestione dei rifiuti commerciali e industriali: misure di prevenzione, minimizzazione, smistamento, riutilizzo e riciclaggio

075

80.000.000 €

1%

Sostegno ai processi di produzione rispettosi dell’ambiente e all’efficienza delle risorse nelle PMI

1.iv.

28.269.434 €

0%

Sviluppare le competenze per la specializzazione intelligente, la transizione industriale e l’imprenditorialità

023

28.269.434 €

0%

Sviluppo di competenze per la specializzazione intelligente, la transizione industriale, l’imprenditorialità e l’adattabilità delle imprese ai cambiamenti

2.

1.633.973.356 €

28%

Un’Europa resiliente, più verde e a basse emissioni di carbonio

2.i.

260.078.804 €

4%

Promuovere l’efficienza energetica e ridurre le emissioni di gas a effetto serra

040

100.000.000 €

2%

Efficienza energetica e progetti dimostrativi nelle PMI o nelle grandi imprese e misure di sostegno conformemente ai criteri di efficienza energetica

044

105.000.000 €

2%

Rinnovo di infrastrutture pubbliche al fine dell’efficienza energetica o misure relative all’efficienza energetica per tali infrastrutture, progetti dimostrativi e misure di sostegno

045

45.000.000 €

1%

Rinnovo di infrastrutture pubbliche al fine dell’efficienza energetica o misure relative all’efficienza energetica per tali infrastrutture, progetti dimostrativi e misure di sostegno conformemente ai criteri di efficienza energetica

170

10.078.804 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

2.ii.

271.848.770 €

5%

Promuovere le energie rinnovabili in conformità della direttiva (UE) 2018/2001, compresi i criteri di sostenibilità ivi stabiliti

048

100.000.000 €

2%

Energia rinnovabile: solare

049

11.848.770 €

0%

Energia rinnovabile: biomassa

052

150.000.000 €

3%

Altri tipi di energia rinnovabile (compresa l’energia geotermica)

053

10.000.000 €

0%

Sistemi energetici intelligenti (comprese le reti intelligenti e i sistemi TIC) e relativo stoccaggio

2.iii.

90.000.000 €

2%

Sviluppare sistemi, reti e impianti di stoccaggio energetici intelligenti al di fuori della rete transeuropea dell’energia (RTE-E)

053

90.000.000 €

2%

Sistemi energetici intelligenti (comprese le reti intelligenti e i sistemi TIC) e relativo stoccaggio

060

26.000.000 €

4%

Misure di adattamento ai cambiamenti climatici, prevenzione e gestione dei rischi connessi al clima: altro, ad es. tempeste e siccità (comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile e i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi)

2.iv.

344.887.110 €

6%

Promuovere l’adattamento ai cambiamenti climatici, la prevenzione dei rischi di catastrofe e la resilienza, prendendo in considerazione approcci ecosistemici

058

175.000.000 €

3%

Misure di adattamento ai cambiamenti climatici, prevenzione e gestione dei rischi connessi al clima: inondazioni e frane (comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile, i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi)

059

92.500.000 €

2%

Misure di adattamento ai cambiamenti climatici, prevenzione e gestione dei rischi connessi al clima: incendi (comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile e i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi)

060

5.000.000 €

0%

Misure di adattamento ai cambiamenti climatici, prevenzione e gestione dei rischi connessi al clima: altro, ad es. tempeste e siccità (comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile e i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi)

061

67.500.000 €

1%

Prevenzione e gestione dei rischi naturali non connessi al clima (ad es. terremoti) e dei rischi collegati alle attività umane (ad es. incidenti tecnologici), comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile e i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi

170

4.887.110 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

2.v.

260.078.804 €

4%

Promuovere l’accesso all’acqua e la sua gestione sostenibile

062

43.769.701 €

1%

Fornitura di acqua per il consumo umano (infrastrutture di estrazione, trattamento, stoccaggio e distribuzione, misure di efficienza idrica, approvvigionamento di acqua potabile)

063

8.753.940 €

0%

Fornitura di acqua per il consumo umano (infrastrutture di estrazione, trattamento, stoccaggio e distribuzione, misure di efficienza idrica, approvvigionamento di acqua potabile) conformemente ai criteri di efficienza

064

80.000.000 €

1%

Gestione delle risorse idriche e loro conservazione (compresi gestione dei bacini idrografici, misure specifiche di adattamento ai cambiamenti climatici, riutilizzo, riduzione delle perdite)

065

105.047.283 €

2%

Raccolta e trattamento delle acque reflue

066

17.507.880 €

0%

Raccolta e trattamento delle acque reflue conformemente ai criteri di efficienza energetica

170

5.000.000 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

2.vi.

254.424.917 €

4%

Promuovere la transizione verso un’economia circolare ed efficiente sotto il profilo delle risorse

067

192.068.687 €

3%

Gestione dei rifiuti domestici: misure di prevenzione, minimizzazione, smistamento, riutilizzo e riciclaggio

068

34.913.737 €

1%

Gestione dei rifiuti domestici: trattamento dei rifiuti residui

069

22.442.493 €

0%

Gestione dei rifiuti commerciali e industriali: misure di prevenzione, minimizzazione, smistamento, riutilizzo e riciclaggio

170

5.000.000 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

2.vii.

152.654.950 €

3%

Rafforzare la protezione e la preservazione della natura, la biodiversità e le infrastrutture verdi, anche nelle aree urbane, e ridurre tutte le forme di inquinamento

073

15.000.000 €

0%

Recupero dei siti industriali e dei terreni contaminati

078

80.000.000 €

1%

Tutela, ripristino e uso sostenibile dei siti Natura 2000

079

55.000.000 €

1%

Protezione della natura e della biodiversità, patrimonio e risorse naturali, infrastrutture verdi e blu

170

2.654.950 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

2^.

791.544.186 €

14%

Mobilità urbana sostenibile

2.viii.

791.544.186 €

14%

Promuovere la mobilità urbana multimodale sostenibile quale parte della transizione verso un’economia a zero emissioni nette di carbonio

081

340.544.186 €

6%

Infrastrutture di trasporto urbano pulite

082

126.000.000 €

2%

Materiale rotabile di trasporto urbano pulito

083

64.000.000 €

1%

Infrastrutture ciclistiche

084

96.000.000 €

2%

Digitalizzazione del trasporto urbano

085

80.000.000 €

1%

Digitalizzazione dei trasporti, se dedicata in parte alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra: trasporto urbano

086

70.000.000 €

1%

Infrastrutture per combustibili alternativi

170

15.000.000 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

3.

1.130.777.407 €

19%

Un’Europa più connessa

3.i.

197.886.046 €

3%

Sviluppare una rete TEN-T intermodale, sicura, intelligente, resiliente ai cambiamenti climatici e sostenibile

100

182.886.046 €

3%

Linee ferroviarie ricostruite o ammodernate – rete centrale TEN-T

105

5.000.000 €

0%

Sistema europeo di gestione del traffico ferroviario (ERTMS)

108

10.000.000 €

0%

Trasporto multimodale (TEN-T)

3.ii.

932.891.361 €

16%

Sviluppare e rafforzare una mobilità locale, regionale e nazionale, intelligente, intermodale, resiliente ai cambiamenti climatici e sostenibile, incluso il miglioramento dell’accesso alla rete TEN-T e alla mobilità transfrontaliera

083

30.000.000 €

1%

Infrastrutture ciclistiche

090

10.000.000 €

0%

Altre strade di accesso nazionali, regionali e locali di nuova costruzione o ristrutturate

093

132.857.143 €

2%

Altre strade ricostruite o ammodernate (autostrade, strade nazionali, regionali o locali)

094

10.000.000 €

0%

Digitalizzazione dei trasporti: strade

102

177.962.790 €

3%

Altre linee ferroviarie ricostruite o ammodernate

103

260.714.286 €

4%

Altre linee ferroviarie ricostruite o ammodernate – elettriche/a zero emissioni

104

5.000.000 €

0%

Digitalizzazione dei trasporti: linee ferroviarie

107

212.857.143 €

4%

Infrastrutture ferroviarie mobili a zero emissioni/elettriche

112

88.500.000 €

2%

Altri porti marittimi

118

5.000.000 €

0%

Sistemi di sicurezza e di gestione del traffico aereo, per gli aeroporti esistenti

4.

525.811.496 €

9%

Un’Europa più sociale e inclusiva

4.ii.

226.155.481 €

4%

Migliorare la parità di accesso a servizi di qualità e inclusivi nel campo dell’istruzione, della formazione e dell’apprendimento permanente mediante lo sviluppo di infrastrutture accessibili, anche promuovendo la resilienza dell’istruzione e della formazione online e a distanza

018

10.428.571€

0%

Applicazioni e servizi informatici per le competenze digitali e l’inclusione digitale

122

148.726.910 €

3%

Infrastrutture per l’istruzione primaria e secondaria

123

63.000.000 €

0%

Infrastrutture per l’istruzione terziaria

124

4.000.000 €

0%

Infrastrutture per l’istruzione e la formazione professionale e l’apprendimento per gli adulti

4.iii.

113.077.741 €

2%

Promuovere l’inclusione socioeconomica delle comunità emarginate, delle famiglie a basso reddito e dei gruppi svantaggiati, incluse le persone con bisogni speciali, mediante azioni integrate, compresi gli alloggi e i servizi sociali

126

33.923.323 €

1%

Infrastrutture abitative (diverse da quelle destinate ai migranti, ai rifugiati e alle persone che fanno domanda di protezione internazionale o che godono di protezione internazionale)

127

33.923.323 €

1%

Altre infrastrutture sociali che contribuiscono all’inclusione sociale nella comunità

143

45.231.096 €

1%

Misure volte a promuovere l’equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l’accesso all’assistenza all’infanzia e alle persone non autosufficienti

4.v.

118.731.629 €

2%

Garantire la parità di accesso all’assistenza sanitaria e promuovere la resilienza dei sistemi sanitari, compresa l’assistenza sanitaria di base, come anche promuovere il passaggio dall’assistenza istituzionale a quella su base familiare e di prossimità

128

77.175.559 €

1%

Infrastrutture per la sanità

129

23.746.326 €

0%

Attrezzature sanitarie

130

11.873.163 €

0%

Beni mobili per la salute

131

5.936.581 €

0%

Digitalizzazione delle cure sanitarie

4.vi.

67.846.644 €

1%

Rafforzare il ruolo della cultura e del turismo sostenibile nello sviluppo economico, nell’inclusione sociale e nell’innovazione sociale

127

13.000.000 €

0%

Altre infrastrutture sociali che contribuiscono all’inclusione sociale nella comunità

165

34.846.644 €

1%

Protezione, sviluppo e promozione dei beni turistici pubblici e dei servizi turistici

166

20.000.000 €

0%

Protezione, sviluppo e promozione del patrimonio culturale e dei servizi culturali

5.

621.927.574 €

11%

Un’Europa più vicina ai cittadini

5.i.

452.310.963 €

8%

Promuovere lo sviluppo sociale, economico e ambientale integrato e inclusivo, la cultura, il patrimonio naturale, il turismo sostenibile e la sicurezza nelle aree urbane

016

14.285.714 €

0%

Soluzioni TIC, servizi elettronici, applicazioni per l’amministrazione

018

1.428.571 €

0%

Applicazioni e servizi informatici per le competenze digitali e l’inclusione digitale

036

14.285.714 €

0%

TIC: altre tipologie di infrastrutture TIC (compresi risorse/impianti informatici di grandi dimensioni, centri di dati, sensori e altra strumentazione wireless)

058

21.428.571 €

0%

Misure di adattamento ai cambiamenti climatici, prevenzione e gestione dei rischi connessi al clima: inondazioni e frane (comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile, i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi)

063

22.857.143 €

0%

Fornitura di acqua per il consumo umano (infrastrutture di estrazione, trattamento, stoccaggio e distribuzione, misure di efficienza idrica, approvvigionamento di acqua potabile) conformemente ai criteri di efficienza

067

22.857.143 €

0%

Gestione dei rifiuti domestici: misure di prevenzione, minimizzazione, smistamento, riutilizzo e riciclaggio

079

68.571.429 €

1%

Protezione della natura e della biodiversità, patrimonio e risorse naturali, infrastrutture verdi e blu

122

7.142.857 €

0%

Infrastrutture per l’istruzione primaria e secondaria

126

11.428.571 €

0%

Infrastrutture abitative (diverse da quelle destinate ai migranti, ai rifugiati e alle persone che fanno domanda di protezione internazionale o che godono di protezione internazionale)

143

7.142.857 €

0%

Misure volte a promuovere l’equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l’accesso all’assistenza all’infanzia e alle persone non autosufficienti

165

57.068.106 €

1%

Protezione, sviluppo e promozione dei beni turistici pubblici e dei servizi turistici

166

71.428.571 €

1%

Protezione, sviluppo e promozione del patrimonio culturale e dei servizi culturali

168

121.428.571 €

2%

Riqualificazione materiale e sicurezza degli spazi pubblici

169

2.857.143 €

0%

Iniziative di sviluppo territoriale, compresa l’elaborazione di strategie territoriali

170

8.100.000 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

5.ii.

169.616.611 €

3%

Promuovere lo sviluppo sociale, economico e ambientale integrato e inclusivo a livello locale, la cultura, il patrimonio naturale, il turismo sostenibile e la sicurezza nelle aree diverse da quelle urbane

016

1.428.571 €

0%

Soluzioni TIC, servizi elettronici, applicazioni per l’amministrazione

018

1.428.571 €

0%

Applicazioni e servizi informatici per le competenze digitali e l’inclusione digitale

036

1.428.571 €

0%

TIC: altre tipologie di infrastrutture TIC (compresi risorse/impianti informatici di grandi dimensioni, centri di dati, sensori e altra strumentazione wireless)

048

5.714.286 €

0%

Energia rinnovabile: solare

049

5.714.286 €

0%

Energia rinnovabile: biomassa

053

5.714.286 €

0%

Sistemi energetici intelligenti (comprese le reti intelligenti e i sistemi TIC) e relativo stoccaggio

058

4.285.714 €

0%

Misure di adattamento ai cambiamenti climatici, prevenzione e gestione dei rischi connessi al clima: inondazioni e frane (comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile, i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi)

059

4.285.714 €

0%

Misure di adattamento ai cambiamenti climatici, prevenzione e gestione dei rischi connessi al clima: incendi (comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile e i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi)

060

4.285.714 €

0%

Misure di adattamento ai cambiamenti climatici, prevenzione e gestione dei rischi connessi al clima: altro, ad es. tempeste e siccità (comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile e i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi)

061

1.428.571 €

0%

Prevenzione e gestione dei rischi naturali non connessi al clima (ad es. terremoti) e dei rischi collegati alle attività umane (ad es. incidenti tecnologici), comprese le azioni di sensibilizzazione, la protezione civile e i sistemi di gestione delle catastrofi, le infrastrutture e gli approcci basati sugli ecosistemi

063

7.142.857 €

0%

Fornitura di acqua per il consumo umano (infrastrutture di estrazione, trattamento, stoccaggio e distribuzione, misure di efficienza idrica, approvvigionamento di acqua potabile) conformemente ai criteri di efficienza

067

5.714.286 €

0%

Gestione dei rifiuti domestici: misure di prevenzione, minimizzazione, smistamento, riutilizzo e riciclaggio

078

7.857.143 €

0%

Tutela, ripristino e uso sostenibile dei siti Natura 2000

079

10.714.286 €

0%

Protezione della natura e della biodiversità, patrimonio e risorse naturali, infrastrutture verdi e blu

122

2.857.143 €

0%

Infrastrutture per l’istruzione primaria e secondaria

143

2.857.143 €

0%

Misure volte a promuovere l’equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l’accesso all’assistenza all’infanzia e alle persone non autosufficienti

165

14.285.714 €

0%

Protezione, sviluppo e promozione dei beni turistici pubblici e dei servizi turistici

166

14.285.714 €

0%

Protezione, sviluppo e promozione del patrimonio culturale e dei servizi culturali

167

31.516.611 €

1%

Protezione, sviluppo e promozione del patrimonio naturale e dell’ecoturismo diversi dai siti Natura 2000

168

25.714.286 €

0%

Riqualificazione materiale e sicurezza degli spazi pubblici

169

2.857.143 €

0%

Iniziative di sviluppo territoriale, compresa l’elaborazione di strategie territoriali

170

8.100.000 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

AT

205.063.260 €

3%

Assistenza tecnica

AT

205.063.260 €

3%

Assistenza tecnica

179

17.576.850 €

0%

Informazione e comunicazione

180

82.736.000 €

1%

Preparazione, attuazione, sorveglianza e controllo

181

24.750.000 €

0%

Valutazione e studi, raccolta dati

182

80.000.410 €

1%

Rafforzamento della capacità delle autorità dello Stato membro, dei beneficiari e dei partner pertinenti

Dettaglio risorse FSE+

4^1

324.457.653 €

21%

Occupazione

4.1.

213.880.157 €

14%

Migliorare l’accesso all’occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l’attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell’economia sociale

134

160.944.817 €

11%

Misure volte a migliorare l’accesso all’occupazione

135

40.102.530 €

3%

Misure volte a promuovere l’accesso all’occupazione dei disoccupati di lunga durata

137

12.832.810 €

1%

Sostegno al lavoro autonomo e all’avvio di imprese

4.2.

10.184.770 €

1%

Modernizzare le istituzioni e i servizi del mercato del lavoro per valutare e anticipare le esigenze in termini di competenze e garantire un’assistenza e un sostegno tempestivi e su misura nel contesto dell’incontro tra domanda e offerta, delle transizioni e della mobilità nel mercato del lavoro

139

4.583.147 €

0%

Misure volte a modernizzare e rafforzare le istituzioni e i servizi del mercato del lavoro per valutare e anticipare le esigenze in termini di competenze e per garantire un’ assistenza tempestiva e mirata

140

5.601.623 €

0%

Sostegno all’incontro tra domanda e offerta di lavoro e alle transizioni nel mercato del lavoro

4.3

62.563.583 €

4%

Promuovere una partecipazione equilibrata al mercato del lavoro sotto il profilo del genere, parità di condizioni di lavoro e un migliore equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l’accesso a servizi economici di assistenza all’infanzia e alle persone non autosufficienti

137

20.020.346 €

1%

Sostegno al lavoro autonomo e all’avvio di imprese

142

33.784.336 €

2%

Misure volte a promuovere la partecipazione delle donne al mercato del lavoro e a ridurre la segregazione di genere nel mercato del lavoro

143

8.758.901 €

1%

Misure volte a promuovere l’equilibrio tra vita professionale e vita privata, anche attraverso l’accesso all’assistenza all’infanzia e alle persone non autosufficienti

4.A.

37.829.143 €

2%

Promuovere l’adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori ai cambiamenti, un invecchiamento attivo e sano, come pure un ambiente di lavoro sano e adeguato che tenga conto dei rischi per la salute

144

5.296.080 €

0%

Misure volte a creare ambienti di lavoro sani e adeguati che tengano conto dei rischi per la salute e promuovano l’attività fisica

146

32.533.063 €

2%

Sostegno per l’adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori ai cambiamenti

4^2

417.575.543 €

28%

Istruzione e formazione

4.5.

80.023.187 €

5%

Migliorare la qualità, l’inclusività, l’efficacia e l’attinenza al mercato del lavoro dei sistemi di istruzione e di formazione, anche attraverso la convalida degli apprendimenti non formali e informali, per sostenere l’acquisizione di competenze chiave, comprese le competenze imprenditoriali e digitali, e promuovendo l’introduzione di sistemi formativi duali e di apprendistati

145

6.401.856 €

0%

Sostegno allo sviluppo di competenze digitali

149

59.217.157 €

4%

Sostegno all’istruzione primaria e secondaria (infrastrutture escluse)

151

9.602.783 €

1%

Sostegno all’istruzione degli adulti (infrastrutture escluse)

152

4.801.391 €

0%

Misure volte a promuovere le pari opportunità e la partecipazione attiva alla società

4.6.

53.833.781 €

4%

Promuovere la parità di accesso e di completamento di un’istruzione e una formazione inclusive e di qualità, in particolare per i gruppi svantaggiati, dall’educazione e cura della prima infanzia, attraverso l’istruzione e la formazione generale e professionale, fino al livello terziario e all’istruzione e all’apprendimento degli adulti, anche agevolando la mobilità ai fini dell’apprendimento per tutti e l’accessibilità per le persone con disabilità

148

53.833.781 €

1%

Sostegno all’educazione e alla cura della prima infanzia (infrastrutture escluse)

149

41.021.341 €

3%

Sostegno all’istruzione primaria e secondaria (infrastrutture escluse)

4.7.

283.718.574 €

19%

Promuovere l’apprendimento permanente, in particolare le opportunità di miglioramento del livello delle competenze e di riqualificazione flessibili per tutti, tenendo conto delle competenze imprenditoriali e digitali, anticipando meglio il cambiamento e le nuove competenze richieste sulla base delle esigenze del mercato del lavoro, facilitando il riorientamento professionale e promuovendo la mobilità professionale

146

21.278.893 €

1%

Sostegno per l’adattamento dei lavoratori, delle imprese e degli imprenditori ai cambiamenti

150

112.352.556 €

7%

Sostegno all’istruzione terziaria (infrastrutture escluse)

151

150.087.126 €

10%

Sostegno all’istruzione degli adulti (infrastrutture escluse)

4^3

356.466.927 €

24%

Inclusione sociale

4.8.

130.947.034 €

9%

Incentivare l’inclusione attiva, per promuovere le pari opportunità, la non discriminazione e la partecipazione attiva, e migliorare l’occupabilità, in particolare dei gruppi svantaggiati

137

3.928.410 €

0%

Sostegno al lavoro autonomo e all’avvio di imprese

152

83.806.101 €

6%

Misure volte a promuovere le pari opportunità e la partecipazione attiva alla società

153

24.879.937 €

2%

Percorsi di integrazione e reinserimento nel mondo del lavoro per i soggetti svantaggiati

154

9.166.293 €

1%

Misure volte a migliorare l’accesso dei gruppi emarginati come i rom all’istruzione e all’occupazione e a promuoverne l’inclusione sociale

156

9.166.293 €

1%

Azioni specifiche per aumentare la partecipazione dei cittadini di paesi terzi all’occupazione

4.11.

225.519.893 €

15%

Migliorare l’accesso paritario e tempestivo a servizi di qualità, sostenibili e a prezzi accessibili, compresi i servizi che promuovono l’accesso agli alloggi e all’assistenza incentrata sulla persona, anche in ambito sanitario; modernizzare i sistemi di protezione sociale, anche promuovendo l’accesso alla protezione sociale, prestando particolare attenzione ai minori e ai gruppi svantaggiati; migliorare l’accessibilità, anche per le persone con disabilità, l’efficacia e la resilienza dei sistemi sanitari e dei servizi di assistenza di lunga durata

148

14.658.791 €

1%

Sostegno all’educazione e alla cura della prima infanzia (infrastrutture escluse)

157

18.041.591 €

1%

Misure volte all’integrazione sociale dei cittadini di paesi terzi

159

52.546.136 €

3%

Misure volte a rafforzare l’offerta di servizi di assistenza alle famiglie e sul territorio

160

122.457.303 €

8%

Misure volte a migliorare l’accessibilità, l’efficacia e la resilienza dei sistemi sanitari (infrastrutture escluse)

162

17.816.071 €

1%

Misure volte a modernizzare i sistemi di protezione sociale, compresa la promozione dell’accesso alla protezione sociale

4^4

48.243.645 €

4%

Azioni sociali innovative

4.8.

48.243.645 €

4%

Incentivare l’inclusione attiva, per promuovere le pari opportunità, la non discriminazione e la partecipazione attiva, e migliorare l’occupabilità, in particolare dei gruppi svantaggiati

137

2.412.181 €

0%

Sostegno al lavoro autonomo e all’avvio di imprese

153

18.211.976 €

2%

Percorsi di integrazione e reinserimento nel mondo del lavoro per i soggetti svantaggiati

156

23.156.950 €

2%

Azioni specifiche per aumentare la partecipazione dei cittadini di paesi terzi all’occupazione

170

4.462.538 €

0%

Miglioramento delle capacità delle autorità dei programmi e degli organismi legati all’attuazione dei Fondi

4^5

290.993.410 €

19%

Giovani e occupazione giovanile

4.1.

58.198.681 €

4%

Migliorare l’accesso all’occupazione e le misure di attivazione per tutte le persone in cerca di lavoro, in particolare i giovani, soprattutto attraverso l’attuazione della garanzia per i giovani, i disoccupati di lungo periodo e i gruppi svantaggiati nel mercato del lavoro, nonché delle persone inattive, anche mediante la promozione del lavoro autonomo e dell’economia sociale

134

25.607.420 €

2%

Misure volte a migliorare l’accesso all’occupazione

136

32.591.261 €

2%

Sostegno specifico per l’occupazione giovanile e l’integrazione socio-economica dei giovani

4.6.

232.794.729 €

15%

Promuovere la parità di accesso e di completamento di un’istruzione e una formazione inclusive e di qualità, in particolare per i gruppi svantaggiati, dall’educazione e cura della prima infanzia, attraverso l’istruzione e la formazione generale e professionale, fino al livello terziario e all’istruzione e all’apprendimento degli adulti, anche agevolando la mobilità ai fini dell’apprendimento per tutti e l’accessibilità per le persone con disabilità

149

232.794.729 €

15%

Sostegno all’istruzione primaria e secondaria (infrastrutture escluse)

AT

77.853.498 €

4%

Assistenza tecnica

AT

77.853.498 €

4%

Assistenza tecnica

179

64.618.402 €

3%

Informazione e comunicazione

180

5.449.745 €

0%

Preparazione, attuazione, sorveglianza e controllo

181

7.785.350 €

0%

Valutazione e studi, raccolta dati

Questo paragrafo è in fase di aggiornamento alla nuova programmazione comunitaria 2021-2027.

Nella sezione News e aggiornamenti puoi già trovare molti contenuti riferiti ai nuovi programmi comunitari.

Segui la sezione News e aggiornamenti!

Autorità competenti e riferimenti

  • Regione Sicilia
  • Autorità di Gestione PR FSE:
    Dipartimento Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale – viale Regione Siciliana 33, 90139 Palermo.
    dgiubilaro@regione.sicilia.it
    tel segreteria 091 7073154 – 091 7073018
  • Autorità di Gestione PR FESR
    Dipartimento Regionale della Programmazione – piazza L. Sturzo 36, 90139 Palermo.
    dipartimento.programmazione@regione.sicilia.it – dipartimento.programmazione@certmail.regione.sicilia.it
    tel.: 091 7070013 – 091 7070032 – fax: 091 7070273
  • Autorità di Gestione PSR
    Dipartimento Regionale dell’Agricoltura – Area 4 “Coordinamento e Gestione del Piano di Sviluppo Rurale” – viale Regione Siciliana 2771, 90145 Palermo.
    psrsicilia@regione.sicilia.it  -agri.areacoordinamentopsr@regione.sicilia.it – agri.assistenzatecnicapsr@regione.sicilia.it

PR FSE SICILIA

Approvato dalla Commissione Europea il 17 dicembre.2014

Scopo

Gli investimenti dell’FSE in Sicilia si rivolgono all’istruzione, alle competenze e all’inclusione sociale, allo scopo di giungere a una crescita sostenibile e inclusiva.

Il programma operativo (PO) del’ FSE per la regione Sicilia si rivolgerà all’istruzione, all’occupabilità e all’inclusione sociale come aree prioritarie. Il PO ha una dotazione finanziaria totale di 820 milioni di euro e si prevede che gli investimenti fino al 2020 daranno impulso a una crescita sostenibile e inclusiva e contribuiranno affinché la regione raggiunga gli obiettivi nazionali e dell’UE riguardo a occupazione e società.

Il programma dell’FSE per la Sicilia ha individuato tre principali priorità d’investimento:

  • oltre il 40 % dei finanziamenti andrà a progetti che incentivano le opportunità di trovare lavoro grazie a migliori competenze e qualifiche. Un obiettivo particolare è un più alto tasso di occupazione fra i giovani NEET e le donne; inoltre, i servizi per l’occupazione saranno modernizzati per rispondere meglio alle esigenze delle persone in cerca di lavoro;
  • le misure di inclusione sociale riceveranno il 20 % dei finanziamenti disponibili e si rivolgeranno alle persone svantaggiate e ai margini della società, aiutandole ad accedere al mercato del lavoro e a migliorare i loro standard di vita;
  • saranno sostenuti i miglioramenti continui nell’istruzione e nella formazione. Saranno promossi livelli più elevati di qualifica, un più ampio accesso alle opportunità di apprendimento, corsi e formazione specializzata più inerenti al mercato del lavoro e indirizzati alle necessità dell’economia locale. Sarà raggiunta una riduzione significativa del numero di giovani che abbandonano precocemente gli studi senza una qualifica. L’apprendimento permanente come mezzo per migliorare le proprie opportunità di carriera sarà promosso presso la popolazione dell’isola: più del 30 % dei finanziamenti disponibili è stato destinato a quest’area.

Inoltre, la Sicilia investirà nelle capacità e competenze dei propri dipendenti pubblici per garantire che sappiano gestire e fornire programmi per l’occupazione a beneficio dei cittadini.

Soggetti ammissibili e partenariato

I beneficiari possono essere diversi, a seconda della tipologia di azione e bando: imprese, enti pubblici, cooperative sociali, istituzioni scolastiche ed educative pubbliche e private, università, enti di formazione, organismi di ricerca pubblici e privati, distretti tecnologici, enti bilaterali, servizi per l’impiego pubblici e privati, centri per l’orientamento, soggetti accreditati per attività di orientamento, formazione professionale e servizi al lavoro, rappresentanze di categoria, pubbliche amministrazioni locali, enti strumentali della Regione Siciliana, imprese del terzo settore e dell’associazionismo, imprese e cooperative sociali, associazioni del volontariato, GAL, enti locali, amministrazione regionale, servizi di cura, famiglie e datori di lavoro di soggetti svantaggiati e disabili, servizi di assistenza, Aziende sanitarie, Distretti Sociosanitari, Amministrazione regionale e organismi giudiziari. I bandi definiscono l’ammissibilità dei beneficiari.

Obiettivi tematici di riferimento

8. Promuovere un’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori

9. Promuovere l’inclusione sociale e combattere la povertà e ogni discriminazione

10. Investire nell’istruzione, nella formazione e nella formazione professionale per le competenze e l’apprendimento permanente

11. Rafforzare la capacità istituzionale delle autorità pubbliche e delle parti interessate a promuovere un’amministrazione pubblica efficiente

Assi prioritari

Asse 1 – Occupazione
Asse 2 –Inclusione sociale e lotta alla povertà
Asse 3 – Istruzione e formazione
Asse 4– Capacità istituzionale e amministrativa
Asse 5 – Assistenza tecnica

Asse 1 – Occupazione

8.I  Accesso all’occupazione per le persone in cerca di lavoro e inattive, compresi i disoccupati di lunga durata e le persone che si trovano ai margini del mercato del lavoro, nonché attraverso le iniziative locali per l’occupazione e il sostegno alla mobilità professionale

8.II  Integrazione sostenibile nel mercato del lavoro dei giovani, in particolare quelli che non svolgono attività lavorative, non seguono studi né formazioni, inclusi i giovani a rischio di esclusione sociale e i giovani delle comunità emarginate, anche attraverso l’attuazione della Garanzia Giovani

8.IV  Uguaglianza tra uomini e donne in tutti settori, incluso l’accesso all’occupazione e alla progressione della carriera, la conciliazione tra vita professionale e vita privata e la promozione della parità di retribuzione per uno stesso lavoro o un lavoro di pari valore

8.VII  Modernizzazione delle istituzioni del mercato del lavoro, come i servizi per l’impiego pubblici e privati di promozione dell’occupazione, migliorando il soddisfacimento delle esigenze del mercato del lavoro, anche attraverso azioni che migliorino la mobilità professionale transnazionale nonché attraverso programmi di mobilità e una migliore cooperazione tra le istituzioni e i soggetti interessati.

Asse 2 – Inclusione sociale e lotta alla povertà

9.I  Inclusione attiva, anche per promuovere le pari opportunità e la partecipazione attiva, e migliorare l’occupabilità

9.IV  Migliore accesso a servizi accessibili, sostenibili e di qualità, compresi i servizi sociali e cure sanitarie d’interesse generale;

Asse 3 – Istruzione e formazione

10.I  Riduzione e prevenzione dell’abbandono scolastico precoce e promozione dell’uguaglianza di accesso a una istruzione prescolare, primaria e secondaria di buona qualità, inclusi i percorsi di apprendimento formale, non formale e informale che consentano di riprendere l’istruzione e la formazione

10.II  Miglioramento della qualità e dell’efficacia dell’istruzione superiore e di livello equivalente e l’accesso alla stessa, al fine di aumentare la partecipazione e i tassi di riuscita, specie per i gruppi svantaggiati

10.III Rafforzare la parità di accesso alla formazione permanente per tutte le età nei contesti formali, non formali e informali, aggiornare le conoscenze, le abilità e le competenze della manodopera e promuovere percorsi di apprendimento flessibili anche tramite l’orientamento del percorso professionale e il riconoscimento delle competenze acquisite

10.IV  Migliorare la pertinenza dei sistemi di istruzione e formazione al mercato del lavoro, favorendo il passaggio dall’istruzione al mondo del lavoro, e rafforzare e i sistemi di istruzione e formazione professionale e migliorandone la loro qualità, anche mediante meccanismi di anticipazione delle competenze, l’adeguamento dei curricula e l’introduzione e lo sviluppo di programmi di apprendimento basati sul lavoro, inclusi i sistemi di apprendimento duale e di apprendistato

Asse 4 – Capacità istituzionale ed amministrativa

11.I Investire nella capacità istituzionale e nell’efficienza delle pubbliche amministrazioni e dei servizi pubblici a livello nazionale, regionale e locale nell’ottica delle riforme, di una migliore regolamentazione e di una buona governance.

Allocazione finanziaria

Risorse complessive PR FSE Sicilia (risorse comunitarie e cofinanziamento regionale e nazionale): € 820.096.428


sicilia_tab1

Documenti correlati

 

PR FESR SICILIA

Approvato dalla Commissione Europea il 17 agosto 2015

Scopo

La Regione Siciliana orienta congiuntamente il PR FESR Sicilia 2014-2020, gli altri programmi operativi finanziati dai fondi SIE, le risorse nazionali per lo sviluppo regionale e gli altri fondi rilevanti ad affrontare in modo integrato alcune sfide fondamentali per la Sicilia: rilanciare l’occupazione, la crescita e la coesione sociale; accrescere la competitività; valorizzare le risorse territoriali, dell’ambiente e della cultura come driver dello sviluppo atteso; migliorare la qualità della vita dei cittadini, anche attraverso la ricerca di una maggiore coesione territoriale; migliorare l’ecosistema e rendere più efficienti ed accessibili i servizi. Il contesto di partenza in cui si collocano queste sfide è molto complesso: i severi problemi che ostacolano la crescita del sistema regionale e la coesione sociale della comunità siciliana sono stati resi più gravi, negli ultimi anni, dall’asprezza della crisi internazionale innestata sui deficit strutturali presenti nella regione.

Il programma si propone dunque di creare crescita e occupazione incentivando l’innovazione e la competitività e migliorando l’uso efficiente delle risorse. Condivide gli obiettivi delineati dalla strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. Il programma intende accrescere la competitività delle PMI, rafforzare la ricerca e innovazione e le TIC, tutelare l’ambiente, promuovere l’uso efficiente delle risorse e sviluppare reti di trasporto. Da ultimo contribuirà a migliorare l’efficienza energetica nella regione e la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.

Soggetti ammissibili e partenariato

I beneficiari possono essere diversi, a seconda della tipologia di azione e bando: Imprese, Start-up, PMI, Reti di imprese, grandi imprese, Parchi e distretti scientifici e tecnologici, Aziende sanitarie, Enti, organismi e Fondazioni Pubblici e Privati, Pubbliche Amministrazioni, Istituti scolastici, partenariati pubblico-privati, gestori di servizi pubblici, No profit e Terzo Settore. I bandi definiscono l’ammissibilità dei beneficiari.

Obiettivi tematici di riferimento

1. Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione

2. Migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché l’impiego e la qualità delle medesime

3. Competitività delle Piccole e Medie Imprese, il Settore Agricolo (per il FEASR) e il Settore della Pesca e dell’Acquacoltura (per il FEAMP)

4. Sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio

6. Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse

7. Promuovere il trasporto sostenibile e migliorare le infrastrutture di rete

9. Promuovere l’inclusione sociale e lottare contro la povertà e qualsiasi discriminazione

10. Investire in istruzione, formazione e apprendimento permanente

Assi prioritari

Asse 1 – Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione
Asse 2 – Agenda digitale
Asse 3 – Competitività delle Piccole e Medie Imprese, il Settore Agricolo e il Settore della Pesca e dell’Acquacoltura
Asse 4 – Energia Sostenibile e Qualità della Vita
Asse 5 – Cambiamento Climatico, Prevenzione e Gestione dei Rischi
Asse 6 – Tutelare l’Ambiente e Promuovere l’uso Efficiente delle Risorse
Asse 7 -Sistemi di Trasporto Sostenibili
Asse 9 – Inclusione sociale
Asse 10 – Istruzione e formazione

Priorità d’investimento

Qui di seguito il dettaglio delle priorità d’investimento per ognuno degli assi prioritari.

Asse 1 – Ricerca, Sviluppo Tecnologico e Innovazione

1(a) Potenziare l’infrastruttura per la ricerca e l’innovazione (R&I) e le capacità di sviluppare l’eccellenza nella R&I nonché promuovere centri di competenza, in particolare quelli di interesse europeo.

1(b)
 Promuovere gli investimenti delle imprese in R&I, sviluppando collegamenti e sinergie tra imprese, centri di ricerca e sviluppo e il settore dell’istruzione superiore, in particolare gli investimenti nello sviluppo di prodotti e servizi, il trasferimento di tecnologie, l’innovazione sociale, l’ecoinnovazione, le applicazioni nei servizi pubblici, lo stimolo della domanda, le reti, i cluster e l’innovazione aperta attraverso la specializzazione intelligente, nonché sostenere la ricerca tecnologica e applicata, le linee pilota, le azioni di validazione precoce dei prodotti, le capacità di fabbricazioni avanzate e la prima produzione soprattutto di tecnologie chiave abilitanti e la diffusione di tecnologie con finalità generali.

Asse 2 – Agenda digitale

2(a) Estendere la diffusione della banda larga e delle reti ad alta velocità e sostenere l’adozione di reti e tecnologie future ed emergenti in materia di economia digitale;

2(b) Sviluppare i prodotti e i servizi delle TIC, il commercioelettronico e la domanda di TIC

2(c) Rafforzare le applicazioni delle TIC per l’e-government, l’e-learning, l’e-inclusion, e-culture e l’e-health.

Asse 3 – Competitività delle Piccole e Medie Imprese, il Settore Agricolo e il Settore della Pesca e dell’Acquacoltura

3(a) Promuovere l’imprenditorialità, in particolare facilitando lo sfruttamento economico di nuove idee e promuovendo la creazione di nuove aziende, anche attraverso incubatori di imprese;

3(b) Sviluppare, realizzare nuovi modelli di attività per le PMI, in particolare per l’internazionalizzazione;

3(c) Sostenere la creazione e l’ampliamento di capacità avanzate per lo sviluppo di prodotti e servizi;

3(d) Sostenere la capacità delle PMI di impegnarsi nella crescita sui mercati regionali, nazionali e internazionali e nei processi di innovazione.

Asse 4– Energia Sostenibile e Qualità della Vita

4(a)  Promuovere la produzione e la distribuzione di energia da fonti rinnovabili

4(b) Promuovere l’efficienza energetica e l’uso dell’energia rinnovabile nelle imprese

4(c) Sostenere l’efficienza energetica, la gestione intelligente dell’energia e l’uso dell’energia rinnovabile nelle infrastrutture pubbliche, compresi gli edifici pubblici, e nel settore dell’edilizia abitativa

4(d) Sviluppare e realizzare sistemi di distribuzione intelligenti che operano a bassa e media tensione

4(e) Promuovere strategie di bassa emissione di carbonio per tutti i tipi di territorio, in particolare per le aree urbane, inclusa la promozione della mobilità urbana multimodale sostenibile e di misure di adattamento finalizzate all’attenuazione delle emissioni.

Asse 5 – Cambiamento Climatico, Prevenzione e Gestione dei Rischi

5(b) Promuovere investimenti destinati a far fronte a rischi specifici, garantire la resilienza alle catastrofi e sviluppare sistemi di gestione delle catastrofi

Asse 6 –  Tutelare l’Ambiente e Promuovere l’uso Efficiente delle Risorse

6 (a) Investire nel settore dei rifiuti per rispondere agli obblighi imposti dall’acquis dell’Unione in materia ambientale e soddisfare le esigenze, individuate dagli Stati membri, di investimenti che vadano oltre tali obblighi

6 (b) Investire nel settore delle risorse idriche per rispondere agli obblighi imposti dall’aquis dell’Unione in materia ambientale e soddisfare le esigenze, individuate dagli Stati membri, di investimenti che vadano oltre tali obblighi

6 (c) Conservare, proteggere, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale

6 (d) Proteggere e ripristinare la biodiversità e i suoli, e promuovere i servizi per gli ecosistemi, anche attraverso Natura 2000 e per mezzo di infrastrutture verdi

6 (e) Intervenire per migliorare l’ambiente urbano, rivitalizzare le città, riqualificare e decontaminare le aree industriali dismesse (comprese quelle di riconversione), ridurre l’inquinamento atmosferico e promuovere misure di riduzione del rumore

6 (f) Promuovere tecnologie innovative per migliorare la tutela dell’ambiente e l’uso efficiente delle risorse nel settore dei rifiuti, dell’acqua e con riguardo al suolo o per ridurre l’inquinamento atmosferico

Asse 7 – Sistemi di trasporto sostenibili

7(b) Migliorare la mobilità regionale, collegando i nodi secondari e terziari all’infrastruttura della RTE-T, compresi i nodi multimodali;

7 (c) Sviluppare e migliorare i sistemi di trasporto ecologici (anche quelli a bassa rumorosità) e a bassa emissione di carbonio, tra cui il trasporto per vie navigabili interne e quello marittimo, i porti, i collegamenti multimodali e le infrastrutture aeroportuali, al fine di favorire la mobilità regionale e locale sostenibile.

Asse 9 – Inclusione sociale

9(a)  Investire nell’infrastruttura sanitaria e sociale in modo da contribuire allo sviluppo nazionale, regionale e locale, alla riduzione delle disparità nelle condizioni sanitarie, alla promozione dell’inclusione sociale attraverso un migliore accesso ai servizi sociali, culturali e ricreativi nonché al passaggio dai servizi istituzionali ai servizi locali

9(b)  Fornire sostegno alla rigenerazione fisica, economica e sociale delle comunità sfavorite nelle zone urbane e rurali

Asse 10 – Istruzione e formazione

10(a)  Investire nell’istruzione, nella formazione e nella formazione professionale per le competenze e l’apprendimento permanente, sviluppando l’infrastruttura scolastica e formativa

Allocazione finanziaria

Risorse complessive PR FESR Sicilia (risorse comunitarie e cofinanziamento regionale e nazionale): € 4.557.908.024


sicilia_tab2

Documenti correlati

 

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE SICILIA

Approvato dalla Commissione Europea il 24 novembre 2015

Scopo

Il programma di sviluppo rurale per la Sicilia dà particolare rilievo alle azioni legate al potenziamento della competitività del settore agricolo e forestale e alla preservazione, ripristino e valorizzazione degli ecosistemi nonché alle azioni mirate a promuovere l’inclusione sociale e lo sviluppo economico nelle zone rurali. Il PSR Sicilia finanzierà azioni nell’ambito di tutte le sei priorità dello sviluppo rurale, con particolare attenzione alla preservazione, ripristino e valorizzazione degli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura nonché al potenziamento della competitività del settore agricolo e alla promozione dell’inclusione sociale e dello sviluppo economico nelle zone rurali. In particolare, il programma individua i seguenti obiettivi principali:

  • Incremento della redditività e della dimensione economica delle imprese agricole, rivolgendosi ad imprese stabili e favorendo le forme associative, al fine di migliorare l’efficienza aziendale l’orientamento al mercato, l’incremento di valore aggiunto e la qualità delle produzioni;
  • Incentivare la creazione, l’avvio e lo sviluppo di attività imprenditoriali agricole ed extragricole, in particolare il rinnovo generazionale;
  • Favorire l’integrazione nelle filiere, il livello di concentrazione dell’offerta, le innovazioni organizzative e di processo, per favorire l’accesso ai mercati e l’internazionalizzazione delle produzioni di qualità, con particolare riferimento al biologico;
  • Salvaguardare e valorizzare la biodiversità, conservare e migliorare la qualità del suolo e difendere il territorio dal dissesto idrogeologico e dall’erosione superficiale, anche attraverso gli interventi nel settore forestale;
  • Migliorare le infrastrutture, lo sviluppo di sistemi produttivi (artigianato, servizi, turismo, TIC), anche attraverso strategie di sviluppo locale, per favorire la permanenza della popolazione attiva sul territorio.

Soggetti ammissibili e partenariato

I beneficiari possono essere diversi, a seconda della tipologia di azione e bando. I principali beneficiari sono: prestatori di servizi di formazione, di dimostrazione, di informazione, di consulenza e di trasferimento di conoscenze (pubblici o privati), Agricoltori, coadiuvanti familiari, Silvicoltori, Gruppi di Agricoltori (persone fisiche o giuridiche), Associazioni di agricoltori e/o produttori, micro / PMI e grandi imprese, Enti pubblici, Comuni, Enti Locali, Amministrazioni, Istituti pubblici e/o privati, Associazioni temporanee di Scopo, Enti Gestori del Territorio, partenariati pubblico-privati, Regione Siciliana, ONG e organizzazioni operanti nei settori ambientali, paesaggistici e turistici, Proprietari, Possessori e/o Titolari pubblici della gestione di superfici agricole e forestali, Gruppi di Cooperazione, Gruppi di Azione Locale (GAL). I bandi definiscono l’ammissibilità dei beneficiari.

Priorità

Priorità 1 : Trasferimento di conoscenze e innovazione nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali

Priorità 2 : Competitività e redditività delle aziende agricole, gestione sostenibile delle foreste

Priorità 3 : Promuovere l’organizzazione della filiera alimentare, comprese la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli, il benessere degli animali e la gestione dei rischi

Priorità 4 : Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all’agricoltura e alla silvicoltura

Priorità 5 : Incentivare l’uso efficiente delle risorse e il passaggio a un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima nel settore agroalimentare e forestale

Priorità 6 : Promuovere l’inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali

Focus Area

Qui di seguito il dettaglio dai focus di area per ognuno degli assi prioritari.

Priorità 1

1A  Stimolare l’innovazione, la cooperazione e lo sviluppo della base di conoscenze nelle zone rurali;

1B  Rinsaldare i nessi tra agricoltura, produzione alimentare e silvicoltura, da un lato, e ricerca e innovazione, dall’altro, anche al fine di migliorare la gestione e le prestazioni ambientali;

1C  Formazione.

Priorità 2

2A  Risultati economici, ristrutturazione & modernizzazione

2B Il ricambio generazionale

Priorità 3

3A  Migliorare la competitività dei produttori primari

3B  La prevenzione e la gestione dei rischi aziendali

Priorità 4

4A  Biodiversità

4B  Gestione delle risorse idriche

4C  Gestione dell’erosione del suolo

Priorità 5

5A Efficienza idrica

5B Efficienza energetica

5C Energia rinnovabile

5D Ridurre i gas a effetto serra e NH 3

5E  Conservazione e sequestro del carbonio

Priorità 6

6A  Favorire la diversificazione, la creazione PMI nonché dell’occupazione

6B  Stimolare lo sviluppo locale

6C  Accesso e qualità delle TIC

Allocazione finanziaria

Risorse complessive PSR Sicilia (risorse comunitarie e cofinanziamento nazionale): € 2.212.747.107

sicilia_tab3

Documenti correlati